Bioheart.net

Cardiologia molecolare

La scoperta di varianti di codifica a bassa frequenza che influenzano il rischio di malattia coronarica ha facilitato l'identificazione dei bersagli terapeutici. Attraverso la genotipizzazione del ...


La cardiomiopatia ipertrofica è la più frequente patologia cardiovascolare su base ereditaria. La stratificazione del rischio di morte improvvisa rappresenta un passaggio cruciale e importante per ide ...


I pazienti con grave ischemia degli arti non possono beneficiare di interventi terapeutici convenzionali. Studi clinici pionieristici suggeriscono che la terapia con cellule derivate dal midollo oss ...


Una nuova ricerca ha dimostrato che gli effetti di Dalcetrapib sugli esiti aterosclerotici possono essere influenzati da polimorfismi del gene ADCY9. Dalcetrapib, un inibitore della proteina di tra ...


Uno studio di piccole dimensioni ha mostrato che l’iniezione di cellule staminali mesenchimali direttamente nel muscolo cardiaco può produrre alcuni miglioramenti per i pazienti con grave insufficienz ...


La forte associazione dose-dipendente tra antracicline e cardiomiopatia è ulteriormente esacerbata dalla co-presenza di fattori di rischio cardiovascolare ( diabete mellito e ipertensione ). E’ nece ...


Sono stati riportati i risultati completi a 1 anno con analisi dettagliata della risonanza magnetica e determinanti di efficacia dello studio prospettico, randomizzato, controllato CADUCEUS ( CArdiosp ...


La somministrazione intracoronarica di cellule mononucleate autologhe derivate dal midollo osseo ( BM-MNC ) può migliorare il rimodellamento del ventricolo sinistro dopo infarto miocardico acuto. Il m ...


Le cellule derivate dalle cardiosfere ( CDC ) riducono l’area cicatriziale dopo infarto del miocardio, aumentano la porzione di miocardio disponibile e sollecitano la funzione cardiaca in modelli prec ...


Precedenti studi hanno indicato che il trapianto di cellule mononucleate autologhe del midollo osseo migliora la funzione cardiaca nella cardiomiopatia cronica di Chagas. Sono stati riportati i risult ...


Sono stati valutati gli effetti a lungo termine della terapia con cellule staminali del sangue periferico nei pazienti con infarto del miocardio.Un totale di 163 pazienti con infarto miocardico, rivas ...


Nonostante la rapida introduzione in clinica e il diffuso entusiasmo, i benefici terapeutici del trapianto di cellule adulte del midollo osseo ( BMC ) in pazienti con cardiopatia ischemica continuano ...


Precedenti studi che hanno utilizzato cellule mononucleate del midollo osseo autologo in pazienti con cardiomiopatia ischemica hanno dimostrato la sicurezza della procedura e ne hanno suggerito l’effi ...


La somministrazione intracoronarica autologa di cellule di midollo osseo porta a miglioramenti modesti nella funzione cardiaca, ma l'effetto sulla vitalità miocardica non è noto.È stato condotto uno s ...


Precedenti studi sulla terapia cellulare come trattamento aggiuntivo dopo infarto acuto del miocardio hanno portato a risultati contrastanti.Lo studio HEBE aveva come obiettivo quello di determinare l ...


L'obiettivo di uno studio è stato quello di determinare in che misura gli effetti dell'infusione dell’arteria infarto-correlata di cellule CD34+ di derivazione dal midollo osseo autologo dopo infarto ...


Cellule staminali cardiache lineage-negative, c-kit-positive migliorano la disfunzione ventricolare sinistra post-infarto quando somministrate agli animali.È stato condotto uno studio di fase 1, denom ...


È stato valutato il ruolo di NOS1AP ( nitric oxide 1 adaptor protein ) come un adattatore genetico della sindrome del QT lungo.La stratificazione del rischio per la sindrome del QT lungo è complicata ...


È in corso un intenso lavoro di ricerca per determinare il tipo ottimale di cellule staminali per la riparazione del miocardio danneggiato. Anche se gli studi iniziali negli esseri umani si son ...


Clopidogrel ( Plavix ) potrebbe risultare meno efficace nel ridurre il tasso di eventi cardiovascolari nei portatori degli alleli CYP2C19 con perdita-di funzione, che sono associati a una ridotta conv ...


Uno studio ha esaminato il profilo di efficacia e sicurezza della somministrazione per via endovenosa di cellule staminali mesenchimali umane ( hMSC ) allogeniche in pazienti con infarto miocardico ac ...


Da precedenti studi è emerso che nei pazienti con ischemia miocardica cronica l’iniezione di cellule di midollo osseo può migliorare la perfusione miocardica e la funzione ventrico ...


I Ricercatori della Heinrich-Heine-University of Düsseldorf, in Germania, hanno valutato in modo quantitativo il miglioramento dello stato emodinamico ventricolare, della geometria e della contra ...


E’ stato valutato l’impatto di una singola infusione intracoronarica di cellule autologhe di midollo osseo, nel tempo, sulla frazione ventricolare sinistra ( FEVS ) nei pazienti dopo infar ...


E’ stato esaminato il profilo di sicurezza e l’efficacia del trapianto di cellule mononucleate di midollo osseo per l’infarto miocardico con sopraslivellamento ST ( STEMI ), valutando i pazienti e la ...


Uno studio ha cercato di identificare comuni variante genetiche associate alla struttura e alla funzione cardiaca.E’ stata compiuta una meta-analisi utilizzando i dati di associazione sull&rsquo ...


Ricercatori del gruppo Fincell ( FINnish study of autologous bone marrow-derived stem CELL in acute myocardial infarction ) hanno valutato l’efficacia e la sicurezza della terapia trombolitica d ...


Studi clinici di piccole dimensioni riguardanti la terapia con G-CSF ( fattore stimolante le colonie dei granuloci ) per la riparazione cardiaca dopo infarto miocardico acuto, hanno prodotto risultati ...


Le tradizionali terapie farmacologiche antiaritmiche presentano bassa efficacia e significativi effetti proaritmici.Ricercatori del Technion-Israel Institute of Technology ad Haifa in Israele hanno pr ...


Studi sperimentali hanno dimostrato che le cellule di midollo osseo possono indurre angiogenesi nel miocardio ischemico.Diversi studi pilota non-randomizzati hanno anche indicato che l’impianto ...


E’ noto che il miocardio dei mammiferi ha la potenzialità di rigenerarsi, ma la rigenerazione potrebbe essere insufficiente a riparare un danno miocardico esteso, che è tipico dell ...


Le moderne piattaforme di genotipizzazione consentono una ricerca sistematica di componenti ereditarie per malattie complesse. In uno studio internazionale è stata condotta un’analisi con ...


Un numero crescente di pazienti con malattia coronarica presenta angina che risulta refrattaria alla terapia medica e, non rientra nei criteri per la rivascolarizzazione.Studi preclinici hanno indicat ...


Ricercatori dello studio REPAIR-AMI hanno esaminato l’outcome ( risultato ) clinico dopo somministrazione intracoronarica di cellule progenitrici autologhe nei pazienti con infarto miocardico ac ...


Uno studio ha valutato l’effetto del trapianto autologo di mioblasti rispetto al placebo nei pazienti che avevano subito un infarto miocardico e che presentavano bassa frazione d’eiezione. ...


Lo studio STEMMI ( Stem Cells in Myocardial Infarction ) ha confrontato la somministrazione del fattore G-CSF ( granulocyte-colony stimulating factor ) rispetto al placebo nell’infarto miocardic ...


Uno studio coordinato da Robert A Klomer dell’Heart Institute dell’University of Southern California ha verificato se il fattore stimolante le colonie dei granulociti ( G-CSF ) ed il fatto ...


Ricercatori dell’Heinrich-Heine-University di Dusseldorf in Germania hanno sottoposto 18 pazienti consecutivi con infarto miocardico cronico ( 5 mesi - 8.5 anni ) a trapianto autologo per via in ...


Diversi studi sperimentali hanno mostrato che il trapianto di mioblasti nell’area ventricolare sinistra che ha subito lesioni dopo infarto miocardico porta ad un aumento della performance contra ...


Ricercatori della University of Texas Southwestern Medical Center hanno mostrato che un peptide è in grado di ridurre il tessuto miocardico danneggiato e di migliorare la funzione cardiaca quan ...


Lo studio TOPCARE-AMI ( Transplantation of Progenitor Cells And Regeneration Enhancement in Acute Myocardial Infarction ) ha valutato la sicurezza, la fattibilità e gli effetti sui parametri de ...


Lo studio BOOST ( Bone marrOw transfer to enhance ST-elevation infarct regeneration ) ha dimostrato che il trasferimento intracoronarico di cellule antologhe di midollo osseo favorisce il migliorament ...


Ricercatori dell'Hannover University in Germania hanno dimostrato che il trasferimento intracoronarico di cellule autologhe di midollo osseo produce un miglioramento della funzione sistolica ventricol ...


Le cellule ottenute dal midollo osseo possono migliorare la funzione cardiaca nei pazienti colpiti da infarto miocardico.Lo studio è stato compiuto da Ricercatori dell'Hannover University in Ge ...


Lo studio VIVA ( Vascular endothelial growth factor in Ischemia for Vascular Angiogenesis ) ha valutato la sicurezza e l'efficacia di infusioni intracoronariche ed endovenose del fattore di crescita d ...


Le più comuni cause della sindrome del QT lungo sono le mutazioni nei geni del canale del potassio KCNQ1 ( LQT1 ) e KCNH2 ( LQT2 ) e nel gene del canale del sodio SCN5A ( LQT3 ). I Ricercatori ...


Uno studio clinico di fase I ha valutato la fattibilità e la sicurezza del trapianto di mioblasti autologhi nei pazienti con grave cardiomiopatia ischemica.Hanno preso parte allo studio compiut ...


Lo studio, condotto dai Ricercatori del Dipartimento di Cardiologia dell'Università di Padova , ha esaminato la validità dello screening genetico per le mutazioni nel gene del recettore rianodinico di ...


Nei modelli ischemici animali l'rFGF-2 (recombinant fibroblast growth factor -2) ha prodotto miglioramenti nella perfusione. Lo studio ha valutato l'effetto di una o due dosi di rFGF-2 intra-arteriose ...


La depressione è un fattore di rischio per l'infarto miocardico. Gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina, agendo sul trasportatore della serotonina (5-HTT), riducono il rischio di infart ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer