Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Ruolo dei peptidi della angiotensina e ACE2 ricombinante umano nella insufficienza cardiaca


Il sistema renina-angiotensina ( RAS ) è attivato nell'insufficienza cardiaca e l'inibizione di RAS è una terapia di base per l'insufficienza cardiaca.
L'enzima di conversione dell'angiotensina 2 ( ACE2 ) e il suo prodotto, l'angiotensina 1-7 ( Ang-1-7 ), sono importanti regolatori negativi di RAS.

Un esame completo dei livelli dei peptidi dell'angiotensina e degli effetti terapeutici di ACE2 ricombinante ( rhACE2 ) sul metabolismo dei peptidi è stato valutato nel plasma umano e nel tessuto cardiaco espiantato da pazienti con insufficienza cardiaca.

Mediante l’utilizzo di coorti prospettiche con insufficienza cardiaca cronica ( n=59 ) e acuta ( n=42 ), l’analisi dell’angiotensina plasmatica è stata effettuata utilizzando un unico metodo di cromatografia liquida-spettrometria di massa / spettroscopia di massa che ha quantificato i livelli circolanti e di equilibrio.
Il metabolismo dell'angiotensina II ( Ang II ) è stato esaminato in cuori umani espiantati con cardiomiopatia dilatativa ( n=25 ).

La gamma dinamica di RAS era ampia, con livelli di angiotensina di equilibrio da 8 a 10 volte superiori rispetto ai livelli circolanti di angiotensina.
Nei pazienti con insufficienza cardiaca in fase acuta sottoposti a inibizione ACE, Ang II plasmatica era soppressa e Ang-1-7 plasmatica è risultata elevata, mentre i pazienti con insufficienza cardiaca acuta e i pazienti trattati con bloccanti del recettore dell'angiotensina hanno presentato livelli plasmatici di Ang II più elevati con livelli inferiori di Ang-1-7.

Il rapporto Ang-1-7 soppressa / Ang è risultato associato a peggioramento dei sintomi della insufficienza cardiaca e a più lunga ospedalizzazione.

ACE2 umano ricombinante ha efficacemente metabolizzato Ang-1-10 e Ang II in Ang-1-9 e Ang-1-7), rispettivamente.

I livelli miocardici di Ang II nei cuori umani espiantati con cardiomiopatia dilatativa sono risultati elevati nonostante l'inibizione di ACE con elevata attività della chimasi, e Ang II è stata effettivamente convertita in Ang-1-7 da rhACE2.

In conclusione, i peptidi dell’angiotensina plasmatici rappresentano una rete dinamica alterata nella insufficienza cardiaca e in risposta a rhACE2.
Un aumentato livello plasmatico di Ang-1-7 è collegato all'utilizzo di ACE-inibitori, mentre l'insufficienza cardiaca acuta riduce i livelli di Ang-1-7 e sopprime il rapporto Ang-1-7 / Ang II.
Un aumento dell'attività della chimasi ha innalzato i livelli di Ang II nei cuori umani in insufficienza cardiaca.
L'uso di rhACE2 ha effettivamente normalizzato i livelli elevati di Ang II mentre ha aumentato i livelli di Ang-1-7 e Ang-1-9. ( Xagena2017 )

Basu R et al, J Am Coll Cardiol 2017; 69: 805-819

Cardio2017



Indietro